cooperativa bosco masseria bosco olio de padova
ilristorante.png

Masseria Bosco
Home
Dependance Masseria Strazzati
L'albergo Masseria Bosco
Prenotazioni
Il Ristorante Masseria Bosco
I Servizi
La Storia
Location
Contatti
Media Gallery
Promozioni ed Eventi
Login Form





Password dimenticata?

ristorante.jpg
Il Ristorante

Originariamente destinate a ricovero di animali, le sale della Masseria Bosco racchiudono tutti i particolari dell'epoca tuttora visibili. Percorrendo la prima delle due sale, utilizzata in passato come fienile, si notano alcuni di questi particolari, tra cui anche particolari strutturali.

Si possono osservare le aperture sul soffitto che venivano utilizzate per riempire il fienile e tre passaggi utilizzati dai pastori per contare gli animali durante la mungitura,oggi chiusi per dare spazio ai locali adibiti a cucina, anch'essa realizzata in un ampio spazio che costituiva una parte delle stalle.
Molti particolari significativi possono notarsi nella pietra con cui sono state costruite. Il fossile di un riccio di mare ed alcune conchiglie sono a dimostrazione che tutte queste terre erano sommerse dal mare.

Affacciandosi nella seconda sala, in passato utilizzata come stalla, il particolare che salta all'occhio Ŕ un'apertura sul pavimento, profonda circa 4 metri, utilizzata all'epoca come nascondiglio dei beni di prima necessitÓ, principalmente il grano, prodotti nella Masseria.
Fungeva, inoltre, come nascondiglio con vie di fuga verso l'esterno.
Altra particolaritÓ della sala Ŕ un vecchio forno che serviva in origine a riscaldare gli ambienti, successivamente utilizzato come forno da cucina.

Attualmente in questo forno è stata ricavata una piccola sala che può ospitare fino a 10 persone, e quindi a richiesta viene utilizzata come sala privée.
Oggi questi ambienti oltre ad essere considerati delle accoglientissime sale ristorante, sono considerate dei piccoli musei in cui osservare attrezzature ed oggetti risalenti al '6oo rinvenuti sul posto, la buona parte dei quali è situata nel pozzo in una delle sale. L'angolo adibito a bar è molto suggestivo per la pavimentazione costituita dalle vecchie chianche lavorate a mano e un bancone in legno massello.


La tradizionalità dei locali non si vede solo nella struttura, ma anche nella cucina dove vengono riproposti, stagionalmente, in un menù alla carta, molte delle ricette che hanno sempre caratterizzato la cucina del nostro paese mettendo in risalto il condimento. Si possono degustare piatti a base di legumi, quali cicerchia, purea di fave con verdura di campagna e pezzetti di pane fritto, ciciri e tria, pignate di legumi, di carne e di pesce.

La pasta rigorosamente fatta in casa con farina di grano duro, può assaporarsi insieme a tantissimi sughi cucinati secondo la tradizione.
Tra i piatti tipici può mettersi in risalto il grano cotto che è utilizzato come primo piatto, contorno o, grazie all'aggiunta di vino locale molto dolce, come dessert. I secondi a base di carne locale hanno il profumo della brace con legno d'ulivo che è presente in tutta l'azienda.
Da non dimenticare l'ingrediente base della cucina che è l'olio extra vergine di oliva prodotto in azienda secondo il metodo dell'agricoltura biologica.

 
© 2007 genera.tv